Il segreto per essere un grande oratore

A cura di Stefano F.

“Era un lunedì mattina di qualche settimana fa, stavo viaggiando come al solito sul treno che mi porta a lavoro...” devo dire che ho sempre quasi una sorta di reverenziale rispetto per i libri scritti nel secolo scorso, quasi come avessero una lieve aura di sacralità data dal tempo o dal numero di ristampe... quella sensazione che hai alla prima pagina dove ancora non conosci l'argomento o il registro che l'autore userà... È un po' come leggere un'antica fiaba cinese. Ma “Come parlare in pubblico e convincere gli altri” è un manuale pratico, allora perchè quest'introduzione narrativa?

Come parlare in pubblico e convincere gli altri - Dale Carnegie

Perché qualcosa di avventuroso c'è: il filo conduttore è lì, all'inizio del libro, ben nascosto tra le pagine, ma diventa evidente solo alla fine. Dopo uno spaccato di consigli pratici, errori da non fare, esempi di conversazione e piccoli frammenti di personaggi e studenti di un'America anni '50... è li che lo ritrovi, in bella vista.

Cos'è che forma il carattere dell'oratore, ciò che da movimento alle parole, ciò che determina i risultati, giorno per giorno? Cos'è che può rendere delle persone timidissime capaci di affrontare un intervento pubblico, un'introduzione, la consegna di un riconoscimento? Carnegie lo ipotizza, mentre espone una serie di tecniche utili e schematizza possibili situazioni di impiego; lo sussurra e lo suggerisce, lo affianca al lettore lungo tutto il percorso del libro. Passione, obiettivi chiari, perseveranza, certo. Ma oltre? Verso la fine è evidente che quello che differenzia un discorso da un discorso efficace è proprio l'entusiasmo: il desiderio di comunicare, il piacere di farlo. Quotidianamente. Senza questo atteggiamento di fondo tutte queste tecniche sarebbero senza efficacia.

Come parlare in pubblico e convincere gli altri - Principi, metodi e tecniche

In fondo comunichiamo, quotidianamente. È la nostra qualità migliore. Crediamo in quello che facciamo e, per questo, il modo in cui comunichiamo - quello che facciamo - è efficace, chiaro, vibrante. Quotidianamente.

Dopo tutto il libro rimane un buon training di ottimismo. Rileggo la data di pubblicazione e mi nasce un sorriso sulle labbra; me l'ero scordato, è un piacere annotarselo.

Ps. Eh si, questo libro l'avevamo già citato! Ci ritorniamo sopra, forse perchè a volte fa bene leggere due volte le stesse cose, con occhi diversi. E poi qui da un po' abbiamo preso una pessima abitudine: condividiamo.

La libreria di Liquid Diamond

Beh non proprio tutto; il pranzo, la musica, le conoscenze, le storie, i libri. Siamo seduti gli uni di fronte agli altri, lavoriamo tutti allo stesso tavolo. Non ci credi?

Altre letture che potrebbero interessarti

Articoli

Scegliere le fotografie per i social network

Non tutte le fotografie funzionano sui Social. In questo articolo troverai alcuni accorgimenti per scegliere le fotografie migliori da pubblicare sui vostri Social Network.

Interviste

Come si progetta un campionario tessuti ecosostenibile?