Sai che c'è un modo per migliorare? Parti dai punti di forza...

A cura di Chiara D.L.

Dal fumoso mondo del marketing opportunity model

Capita spesso che nei primi incontri con i potenziali clienti, per comprendere appieno se e cosa possiamo fare per loro, la maggior parte del nostro sforzo si concentri:

  • prendere in analisi la situazione aziendale attuale
  • comprenderne le dinamiche commerciali e strutturali
  • definire gli obiettivi a medio o lungo termine.

Per farlo usiamo uno schema grafico nel quale si identificano le opportunità, gli obiettivi e la posizione attuale del brand. Questa tecnica di marketing si chiama Opportunity model e identifica un modello di raccolta e analisi di informazioni che servono a individuare con chiarezza i punti di forza, di debolezza, le opportunità, le minacce e le condizioni di partenza di un brand o di un'azienda rispetto al raggiungimento di un obiettivo.

Una volta definiti e incrociati questi punti si stabilisce se l'obiettivo è realisticamente raggiungibile e quindi se passare alla definizione di una pianificazione strategica consona, nel nostro caso, in ambito creativo:

  • usiamo i punti forza
  • sfruttiamo le opportunità
  • cerchiamo di migliorare le debolezze.

Questo metodo ci permette di ragionare rispetto all’obiettivo tenendo conto delle variabili che fanno parte del brand o dell'azienda e sulle quali è quindi possibile intervenire, in modo di sfruttare gli elementi positivi mettendoli adeguatamente in luce per supportare il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Altre letture che potrebbero interessarti

Articoli

Come scegliere il nome di un'azienda

Attraverso il nome un'azienda si presenta e si fa conoscere.

Il nome diventa spesso parte integrante del marchio aziendale. Per essere precisi è, in termini legali, il primo elemento del marchio aziendale e si definisce marchio nominativo.

La scelta del nome è quindi molto importante.

Interviste

Come si progetta un campionario tessuti ecosostenibile?