Cos'è e a cosa serve il manifesto aziendale

A cura di Stefano Padovan

Per stabilire in modo chiaro la visione della marca, una direzione alla sua leadership e un esempio per tutta l’azienda.

Per migliorare l’impatto e la coerenza di ogni attività svolta dalla marca: servizi, comunicazione, promozione etc.

Per spingere e far crescere una cultura della creatività. Un Manifesto ben scritto è un’opera d’arte che può ispirare e guidare soluzioni creative sviluppate internamente o da partner esterni.

Per accendere l’interesse verso programmi di engagement dei dipendenti e altri maggiori progetti di re-branding

Il manifesto serve a spiegare perché fai quello che fai, in cosa credi, come lavori, quali sono le cose che vorresti vedere migliorare nel mondo, nel web, nel tuo settore e come intendi dare il tuo contributo per migliorarle.

Serve a creare empatia. A metterti in contatto con chi la pensa come te. (Partire dal perché: start with why).

Attraverso il manifesto dichiariamo in modo chiaro i valori e la direzione verso cui sta andando un'azienda. Il manifesto è una dichiarazione di intenti che diventa un punto di riferimento essenziale per il divenire di un'impresa.

Un manifesto forte e affilato per incidere l'identità del brand nel mercato

Identificati i principali valori e punti di forza su cui concentrare l'identità del brand, abbiamo scritto un vero e proprio manifesto, una dichiarazione forte d'intenti, ispirandoci alle grandi avanguardie artistiche del 900' e in particolare al futurismo.

Questi diversi gruppi avevano un modo particolare di osservare la realtà, erano dei visionari ma avevano allo stesso tempo missioni ben precisi. Erano decisi e intraprendenti, e vedevano nella sperimentazione continua di forme inusitate la strada per arrivare a livelli più profondi di conoscenza.

Un manifesto di questo tipo, può diventare uno strumento davvero potente per ogni azienda, quando racconta una grande storia o descrive una visione di ampio respiro. Diviene allora il cuore pulsante dell'identità di marca.

Altre letture che potrebbero interessarti

Articoli

Immagine coordinata, scoordinata, non coordinata.

Interviste

Come si progetta un campionario tessuti ecosostenibile?