Perché raccontare le storie dei clienti

A cura di Stefano Padovan in Articoli

Raccontarsi e ascoltare

Ti piace stare in compagnia di una persona che parla sempre e solo di se? Perché dovresti trovare interessante ascoltare un brand che fa lo stesso?

Forse però non ti piacerebbe nemmeno la compagnia di chi non dice mai la sua, non prende una posizione e non si racconta. Sarebbe un incontro estremamente noioso. E probabilmente torneresti a casa a bocca asciutta.

Due personalità così estreme, tra loro potrebbero anche andare d'accordo. Ma per la maggior parte delle persone non è così – grazie al cielo. Le persone hanno bisogno di raccontarsi e di ascoltare.

Parlare troppo

Dialogo e identificazione

L'equilibrio è necessario. Ogni comunicazione efficace è basata sul dialogo. Ci piace ascoltare storie e raccontarle. Quando ascolto gli altri mi piace calarmi nella situazione e lasciarmi trasportare. Mi piace sentirmi dentro le storie che ascolto.

Allo stesso modo, quando parlo di me, mi piace essere ascoltato, coinvolgere e trasportare gli altri nel mio racconto. Per farlo devo dare al mio ascoltatore la possibilità di ritrovarsi in quel che dico, di identificarsi.

Dialogo

Cosa significa per un'azienda?

Per la tua azienda questo significa pricipalmente due cose. La prima è che raccontarsi è importante. La seconda è che il modo in cui lo fai fa tutta la differenza del mondo.

Anche perché quando costruisci un contenuto, verbale o visivo che sia, non sei in una situazione di comunicazione dal vivo in cui può esserci botta e risposta. L'interlocutore deve sentirsi coinvolto e chiamato a dialogare a distanza.

Il punto allora è, come raccontarsi? Mettendo il cliente al centro. Non solo dei messaggi, ma anche delle strategie di comunicazione e dei piani editoriali.

Forse hai già sentito infatti che dal punto di vista del contenuto è importante parlare di bisogni del cliente, e ruotare il tuo messaggio in modo che possa identificarsi. Ma non devi fermarti a questo.

Inversione punto di vista

Coinvolgimento radicale

La tua strategia editoriale deve coinvolgere i clienti. Per scrivere i tuoi messaggi, ascoltare la loro voce è fondamentale. Prima di tutto ti permette di sentire come vedono la tua azienda, cosa apprezzano e quali parole usano per esprimerlo – che saranno probabilmente le parole che tu stesso dovrai usare per farti capire al meglio.

In mondo più radicale, è ancora più importante dare un palcoscenico ai propri clienti perché possano raccontare le loro storie. Infatti le loro storie sono anche la tua, e sono le storie dei perché ti hanno scelto e dei perché ti apprezzano.

Inoltre, leggere le loro storie darà modo ad altri nella loro posizione di identificarsi e di capire come gli puoi essere di aiuto. E chi sono questi altri se non esattamente altri potenziali clienti a cui stai mirando?

E poi, chi vuoi che sappia meglio dei tuoi clienti cosa a loro interessa? Tante volte si sta a scervellarsi sugli argomenti di interesse quando basterebbe farseli dire dal proprio pubblico.

Chiedi ai clienti

Come fare?

La cosa non è scontata. Molto spesso le aziende, ancor più delle persone, sono abituate ad osservarsi e raccontarsi dall'interno. Osservarsi attraverso gli occhi degli altri aiuta a rompere il modo abituale in cui guardiamo noi stessi e la realtà che ci circonda.

Se resti chiuso in te stesso corri il rischio di dare per scontati i messaggi che colpiscono con maggiore efficacia il bersaglio e di descriverti in maniera contorta, distante dalla reale percezione esterna.

Un esempio

Possiamo dirti come abbiamo fatto noi: abbiamo creato una rubrica e un magazine cartaceo dove abbiamo raccolto la voce delle "aziende di valore".
Storie di Marca è una rivista cartacea, ma anche una serie di racconti che trovi all'interno del nostro blog.

Prendilo come spunto, non sarà difficile ispirarsi a questa buona pratica ;)

Ti è piaciuta questa storia? Prenota il magazine Storie di Marca

Ci siamo immersi e abbiamo vissuto le marche di valore, abbiamo ascoltato le storie delle persone che popolano le aziende e compreso l'essenza di quei luoghi di confine.

Abbiamo deciso di raccontare queste esperienze nel primo magazine dedicato all'identità di marca.

Una copia può essere tua. Prenotala, prima che finiscano le scorte!

Prenota la tua copia di Storie di Marca

Altre letture che potrebbero interessarti

Articoli

Cos'è e a cosa serve il manifesto aziendale

5 + 1 buone ragioni per avere un manifesto per la tua marca.

Per concludere, perchè un Manifesto?

Interviste

Come creare la tua Value Ladder?

Ce lo spiega Samuel Gentile, scrittore, esperto di marketing e fondatore di Liquid Diamond.