Progettare lo scarto

A cura di Silvia T.

Due mesi fa mi sono trovata di fronte ad una sfida davvero stimolante. In Liquid Diamond ci siamo chiesti come realizzare un packaging ecosostenibile dall'inizio alla fine del proprio ciclo di vita e abbiamo cercato una risposta soddisfacente.

Un packaging davvero ecosostenibile

Sì perché ora vedo un uso spropositato di packaging che ha un ciclo di vita brevissimo, utile solo al fine della comunicazione visuale ma che non contiene alcuna informazione e che non serve più già al momento dell'acquisto.

Non è possibile chiedere a certe aziende di eliminare questo tipo di imballaggio dai propri standard ma, a nostro avviso, si può fare qualcosa per stimolare nel consumatore e nell'azienda la consapevolezza dell'importanza del riciclo e del riutilizzo.

Lo scenario ideale, quello che proponiamo noi, sarebbe quello di far vivere più a lungo il packaging, offrendogli una seconda opportunità: ecco che nasce l'idea di rendere utile anche lo scarto.

Dopo un giro al supermercato con Samuel a fotografare la situazione attuale, sono tornata in ufficio e ho proposto di progettare delle confezioni innovative di yogurt per bambini. Mi è sembrato subito un prodotto molto interessante da migliorare. Quanti yogurt può mangiare un bambino durante la sua fase di crescita? E perché non dare alla mamma uno strumento per misurare la sua crescita? E perché non pensare a come limitare l'impatto di queste confezioni con un packaging realmente ecosostenibile? Del resto il mondo in cui vivrà il bambino sarà quello che i genitori gli lasceranno in eredità.

Sicuramente la via del riutilizzo era quella giusta ma non bastava: come nostro solito, abbiamo studiato anche la soluzione più efficace in fase di stampa per ottenere la resa migliore ottimizzando gli spazi sul foglio macchina e abbiamo poi fatto ricorso al duotone per limitare l'uso dei colori e di lastre.

I segreti di un packaging simpatico ed ecosostenibile

Andiamo al concreto. La parte interna delle varie confezioni (10 in tutto) si incastra l'una con l'altra e vanno a formare uno strumento per misurare l'altezza del bambino e le prove per trovare le giuste dimensioni del packaging ha richiesto diverse prove! Solo dopo aver trovato la via giusta mi sono buttata sulla parte più divertente del lavoro, disegnare gli animali, dall'ape al leone!

Come misurare l'altezza del tuo bambino

Altre letture che potrebbero interessarti

Articoli

Come scegliere il nome di un'azienda

Attraverso il nome un'azienda si presenta e si fa conoscere.

Il nome diventa spesso parte integrante del marchio aziendale. Per essere precisi è, in termini legali, il primo elemento del marchio aziendale e si definisce marchio nominativo.

La scelta del nome è quindi molto importante.

Interviste

Il potenziale di un'azienda Marketing First. Raccontato da Matteo Lazzarato

Questa volta vi racconteremo cosa sta dietro al pensiero di Matteo Lazzarato.
Con questa rubrica, noi del team di Liquid Diamond abbiamo scelto di non parlare della storia. Vogliamo svelare i segreti che si nascondono in queste narrazioni.